23 maggio 2018

Organizzate dal Consorzio di Tutela DOP Tullum con il patrocinio del comune di Tollo, le giornate Tullum in programma domenica 27 e lunedì 28 maggio tra le vie del borgo collinare della provincia di Chieti, i vigneti circostanti e le sale dell’Enomuseo comunale, nascono con l’obiettivo di raccontare ad appassionati ed addetti ai lavori la straordinaria biodiversità di questo angolo d’Abruzzo stretto tra il mare Adriatico e le altitudini della Maiella, facendone scoprire la vocazione agricola e alimentare e la ricchezza della sua storia e dei vitigni che generazioni di viticoltori hanno saputo tramandare, ma non sempre adeguatamente valorizzare.

Veduta di Tollo (ph. sito doptullum.it)

Veduta di Tollo (ph. sito doptullum.it)

In coincidenza e in linea con la filosofia della manifestazione Cantine Aperte, la giornata di domenica 27 maggio sarà dedicata ad un pubblico di appassionati ed enoturisti i quali, oltre a visitare il territorio tollese e conoscere i vigneti nei quali nascono i vini della più piccola DOP italiana – che proprio quest’anno celebra dieci anni dal prestigioso riconoscimento – potranno partecipare agli approfondimenti ed al minicorso di degustazione gratuita Sommelier per un giorno. Quattro appuntamenti (ore 12, 14, 16, 18) che vedranno la partecipazione di Paolo Lauciani, uno dei più apprezzati docenti della Fondazione Italiana Sommelier e volto noto della Rai e del TG5, insieme a Fede&Tinto, autori e voci del programma Decanter in onda su Radio2. In aggiunta, nel centro del paese, dalle 11 alle 19 si svolgerà un piccolo mercato del gusto con la presenza di produttori di tipicità e con il foodbus di Delverde per l’immancabile Pasta Party, da abbinare alla degustazione dei vini Tullum DOP.

Lunedì 28 maggio, invece, la giornata sarà dedicata agli operatori professionali con la visita ai vigneti in mattinata e la seguente tavola rotonda sul tema centrale dell’iniziativa, ovvero “Piccole Dop in grandi carte dei vini”. All’incontro parteciperanno, tra gli altri, il giornalista del Corriere della Sera Luciano Ferraro, il presidente delle enoteche italiane Andrea Terraneo ed il presidente del Consorzio di Tutela DOP Tullum Tonino Verna. Prevista in chiusura una degustazione verticale di vecchie annate di bianchi e rossi Tullum alla quale ne seguirà un’altra di vini dell’ultima annata riservata a ristoratori, sommelier e operatori del settore, entrambe guidate dall’enologo Riccardo Brighigna.

Veduta di vigneti nei dintorni di Tollo (ph. sito doptullum.it)

Veduta di vigneti nei dintorni di Tollo (ph. sito doptullum.it)

«L’evento – spiega il presidente Tonino Verna – ha l’obiettivo di far conoscere i luoghi nei quali nascono i vini Tullum, il borgo e le contrade che guardano il mare e la montagna, ma soprattutto le persone che da secoli coltivano la terra di questa Città del Vino – già dal 1998 – che fonda la sua economia sulla produzione vitivinicola. Un impegno che il consorzio ha assunto dal 2009, una sfida avviata nella consapevolezza che piccolo non sempre è bello e che non è facile affermarsi sui mercati, ma che è l’unica strada per valorizzare le proprie specificità e dunque la propria identità che ha radici antiche e un pensiero dinamico e moderno».

PrintFriendly and PDF