3 novembre 2018

Avrà il gusto rotondo della solidarietà la serata organizzata da Emergency Teramo per venerdì 9 novembre negli accoglienti spazi del Borgo Spoltino di Mosciano Sant’Angelo. Giunta alla sua quinta edizione, la cena solidale realizzata in collaborazione con i produttori a chimica zero del Mercato Itinerante della Terra – il progetto avviato lo scorso mese di marzo nel nome e nell’esempio di Gabriele Marrangoni, chef del Borgo Spoltino prematuramente scomparso nel dicembre 2017 – sarà finalizzata a raccogliere fondi a sostegno del Centro di maternità avviato nel 2003 ad Anabah, nella Valle del Panshir, nel nord dell’Afghanistan. Una struttura assolutamente necessaria e fondamentale in una regione nella quale la mortalità materna è 99 volte superiore a quella registrata in Italia e dove il tasso di mortalità infantile è 47 volte più alto.

Gli spazi del Borgo Spoltino a Mosciano Sant'Angelo (ph. sito borgospoltino.it)

Gli spazi del Borgo Spoltino a Mosciano Sant’Angelo (ph. sito borgospoltino.it)

Oltre alla cena ideata dallo chef Alessio Marrangoni con le materie prime messe a disposizione dagli agro-produttori teramani del MIT – presenti fisicamente con i propri banchetti per la vendita diretta dei loro prodotti – la serata sarà accompagnata dalla musica swing del trio The Lady and The Tramps e completata dagli spazi espositivi curati dai volontari teramani di Emergency dove potersi informare sulle attività umanitarie dell’associazione. La quota di partecipazione all’evento è di € 30 (prenotazione obbligatoria al numero 085 8071021) di cui 10 saranno destinati alla raccolta fondi. Per i bambini da 6 a 10 anni la quota è di € 15 di cui 5 a favore di Emergency, mentre fino a 5 anni l’ingresso è gratuito.

I volontari di Emergency Teramo. In basso a sinistra, la produttrice Maria José Moraza

I volontari di Emergency Teramo. In basso a sinistra, la produttrice Maria José Moraza

«È una grande emozione per noi del MIT Gabriele Marrangoni collaborare con la ormai tradizionale cena di Emergency al Borgo Spoltino – dichiara a Tesori d’Abruzzo  la produttrice Maria José Moraza di Fattoria Gioia (Cellino Attanasio) –. Rafforzare le alleanze tra i diversi progetti fortemente sostenuti da Gabriele Marrangoni è il nostro modo di tenere viva la sua memoria a quasi un anno dalla sua scomparsa. La solidarietà tra produttori locali a chimica zero e chi, vicino o lontano che sia, necessita di un’assistenza sanitaria di qualità, è per noi una cosa doverosa oltre che connaturata al nostro agire quotidiano».

Il personale del Centro di maternità di Anabah (ph. sito emergency.it)

Il personale del Centro di maternità di Anabah (ph. sito emergency.it)

Dall’inizio delle attività nel Centro di maternità di Anabah sono state visitate e curate oltre 274.000 donne, ospitando la nascita di oltre 46.000 bambini. È l’unica struttura specializzata e completamente gratuita in un’area molto vasta, abitata da almeno 250.000 persone. Offre assistenza ginecologica, ostetrica e neonatale ed un servizio di assistenza prenatale che permette di monitorare le gravidanze e curare tempestivamente eventuali patologie. Rappresenta, inoltre, anche un polo formativo per il personale afgano – qui composto da sole donne, più di 40 – che lavorando ogni giorno a contatto con il personale internazionale riceve una formazione pratica e teorica. Ampliato nel 2016, il nuovo blocco idealmente dedicato a Valeria Solesin – la giovane ricercatrice italiana uccisa nell’attentato al Bataclan di Parigi nel novembre 2015 – ospita quattro sale parto, due sale operatorie, una terapia intensiva e una sub-intensiva neonatali, una terapia intensiva per le donne che hanno avuto complicazioni durante il parto, un ambulatorio, un reparto di ginecologia, un’area per i follow-up e una per il travaglio.

PrintFriendly and PDF