9 dicembre 2013

60 le strutture che hanno ricevuto l’ambizioso riconoscimento nazionale
Marchio Ospitalità Italiana

9209

Si è tenuta questa mattina, presso la Sala Camplone della Camera di Commercio di Pescara, la cerimonia di assegnazione del Marchio Ospitalità italiana, un ambizioso riconoscimento nazionale che viene attribuito, ogni anno, dal sistema camerale alle strutture ricettive che si siano distinte per qualità, accoglienza ed eccellenza.

60 le strutture premiate quest’anno, con un incremento di 25 realtà in più rispetto al 2012: “un segnale – commenta il Presidente Becci – di come gli operatori del settore cerchino di stare al passo con i tempi. Oggi non bastano più le bellezze paesaggistiche ed architettoniche di cui il nostro territorio è certamente ricchissimo: servono attenzione ai dettagli, cura del cliente, eleganza ed eccellenza culinaria, un mix che potrebbe renderci ancora più competitivi, soprattutto su mercati come quelli russi o del medio oriente, abituati al lusso ed alla ricercatezza”.

Un plauso arriva anche dalle istituzioni, oggi rappresentate dall’assessore comunale al turismo Palusci, dal presidente della provincia Testa e dalla Prefettura di Pescara con il dott. De Gregorio: “Sono onorata” interviene la Palusci “di essere qui, oggi, a complimentarmi con il lavoro ed il prestigio delle nostre attività che sono il motore di sviluppo del turismo in Abruzzo”.

26 sono gli esercizi di nuova candidatura, cioè quelli che hanno ricevuto il marchio per la prima volta; 6 gli agriturismi, 1 le country house, 14 gli hotel e 38 i ristoranti (+ 18 rispetto all’anno precendente).

Tutti loro hanno dovuto presentare una domanda alla Camera di Commercio I.A.A. di Pescara che ha, in collaborazione con l’ISNART (Istituto nazionale ricerche turistiche), emanato un apposito bando: dal momento della presentazione, è trascorso un anno in cui le strutture si sono sottoposte ad un apposito disciplinare che è stato verificato con delle visite ispettive a sorpresa dallo staff dell’Isnart.
Un percorso lungo e complesso che però, oggi, ripaga l’impegno e la professionalità degli operatori ed offre loro una chance in più dato che, come anticipato dal responsabile ISNART per l’Abruzzo Dott. Favia, “il Marchio Ospitalità italiana ha ottenuto il riconoscimento dal Governo come una delle 6 priorità dell’agenda Expo 2015”.

L’elenco delle strutture premiate è disponibile ai seguenti link: www.pe.camcom.it oppure www.10q.it.

Print Friendly, PDF & Email

Share