10 novembre 2017

Quindici artigiani, quattordici eccellenze del vino abruzzese, tre laboratori di cucina su dolci, pizza e primi piatti, una degustazione sulla piacevolezza dei vini leggeri, escursioni guidate tra le bellezze del borgo lacustre, buona musica e divertimento. C’è tutto questo e molto altro nel piatto ricco apparecchiato da DeguScanno, la manifestazione organizzata dal COTAS (Cooperativa Operatori Turistici Alto Sagittario) con il patrocinio dell’amministrazione comunale in programma fino a domenica 12 novembre.

ph. Giancarlo Malandra

ph. Giancarlo Malandra

Si comincia questa mattina con un tour a cura di Majellando alla scoperta del borgo di Scanno, un itinerario tra vicoli, piazzette, palazzi, fontane monumentali e chiese in compagnia del fotografo Luca Del Monaco che accompagnerà i visitatori ad ammirare da vicino anche le immense torri di legna predisposte per il grande falò previsto in serata in onore delle Glorie di San Martino, una tradizione ancestrale tra le più sentite tra gli abitanti del luogo (leggi qui per saperne di più), che affonda le radici nella notte dei tempi quando i riti propiziatori venivano celebrati per il buon auspicio dell’anno contadino che iniziava. Il rientro è previsto nel pomeriggio per permettere a tutti di assistere all’incontro di IceArt con le sculture di ghiaccio realizzate dal pasticcere locale Angelo Di Masso.

Da domani, poi, prenderà il via la vera e propria passeggiata del gusto tra le antiche cantine e gli androni dei palazzi signorili dove in un’atmosfera di festa e convivialità ci si potrà immergere tra i gusti e i profumi di alcune delle eccellenze enogastronomiche d’Abruzzo, dai formaggi di Gregorio Rotolo ai cioccolati di Ezio Centini, dai dolci di Emo Lullo a diversi vignerons rappresentativi della produzione enologica regionale. Nel pomeriggio, inoltre, lo scrittore Giampaolo Gravina terrà una degustazione sorprendente sulla riscossa dei vini leggeri ovvero 9 declinazioni della bevibilità attraverso l’assaggio di altrettanti vini di cantine abruzzesi, spaziando tra Montepulciano, Trebbiano e Cerasuolo d’Abruzzo fino al sempre autoctono Pecorino.

Panorama sulla valle scannese

Panorama sulla valle scannese

Domenica, infine, la giornata sarà dedicata ai laboratori culinari su “I dolci della tradizione: la pizza di San Martino” a cura del maestro pasticcere Angelo Di Masso il quale aiuterà i partecipanti a replicare questo succulento piatto della tradizione scannese, un saporito impasto fritto in padella composto da farina gialla, noci, fichi secchi, miele e zucchero. A seguire, “A,B,C della pizza” tenuto da un mastro pizzaiolo della zona con il quale si apprenderanno i passi giusti per realizzare un impasto equilibrato e ben lievitato. Infine “I primi della tradizione” dove ci si misurerà con diversi primi piatti locali, primo fra tutti i Chezzellitte ‘nche le fuoja ovvero gnocchetti di acqua e farina conditi con gli orapi, una varietà di spinaci selvatici di alta montagna; per concludere con la pasta all’uovo e i più diffusi maccheroni alla chitarra. Info al sito www.deguscanno.it

PrintFriendly and PDF