21 maggio 2017

Inserita all’interno degli appuntamenti pensati nell’ambito dell’Abruzzo Open Day Summer 2017l’ambizioso progetto di promozione e accoglienza turistica ideato dalla Regione Abruzzo con l’obiettivo di destagionalizzare ed internazionalizzare i flussi di viaggiatori intenzionati a scoprire le bellezze regionali, previsto dal 27 maggio al 4 giugno prossimi – I Borghi di Maja rappresenta una delle iniziative più interessanti tra gli oltre 100 eventi in programma (leggi qui la lista completa).

Castello di Roccascalegna (ph. Elisa Bistocchi)

Castello di Roccascalegna (ph. Elisa Bistocchi)

Il merito va sicuramente agli operatori del comprensorio dell’Alto Aventino-Medio Sangro i quali, con il 2017 eletto ufficialmente anno dei borghi dal Ministro ai Beni e Attività culturali e Turismo Dario Franceschini, hanno colto l’opportunità al balzo, presentando un progetto di promozione turistica ecosostenibile e non stagionale, caratterizzato da un percorso cicloturistico (con possibilità di compiere comunque l’itinerario anche in autobus, fino ad esaurimento posti) sicuro e alla portata di tutti, con particolare attenzione ai neofiti e alle famiglie.

Veduta di Palena e della Valle dell'Aventino (ph. archivio Pallenium Tourism)

Veduta di Palena e della Valle dell’Aventino (ph. archivio Pallenium Tourism)

Attraverso un itinerario rivolto agli amanti della natura ed ai cultori della vacanza attiva e sostenibile, dall’ 1 al 4 giugno (oppure solo in una delle giornate previste) si potrà andare alla scoperta delle bellezze naturali, delle aree faunistiche e degli antichi castelli dell’Abruzzo interno della provincia di Chieti.

Tra i borghi principalmente visitati ci saranno quelli premiati con le bandiere arancioni del Touring Club come Fara San Martino, con escursioni nelle spettacolari gole naturali ed ai resti del complesso monastico di San Martino in Valle; Lama dei Peligni, dove si potranno degustare le tipiche sfogliatelle, visitare il sacrario della Brigata Maiella e l’area faunistica del camoscio; Palena, dove a scelta ci si potrà immergere nelle acque dell’Aventino, nei profumi della festa delle orchidee oppure nel silenzio dell’eremo celestiniano della Madonna dell’Altare; Roccascalegna, con il suo imponente castello medievale immortalato anche nell’ultimo film di Matteo Garrone, Il racconto dei racconti.

Resti del complesso monastico di San Martino in Valle (ph. Maurizio Anselmi)

Resti del complesso monastico di San Martino in Valle (ph. Maurizio Anselmi)

Inoltre, i partecipanti avranno la possibilità di perdersi nel borgo di Taranta Peligna con il suo suggestivo Parco fluviale delle Acquevive, lo storico lanificio Merlino e le spettacolari grotte del Cavallone, nonché tra le memorie di guerra di Lettopalena, Montenerodomo e Torricella Peligna.

Info e prenotazioni ai numeri 329 1570466 / 389 6897959.

PrintFriendly and PDF