28 giugno 2018

Tre giorni per conoscere e apprezzare al meglio il salume della festa e dell’amicizia; tre giorni per gustarlo direttamente dai migliori produttori; tre giorni all’insegna del divertimento, tra spettacoli, cooking show, laboratori e molto altro. È il Festival della Ventricina del Vastese, l’evento enogastronomico dedicato alla regina dei salumi abruzzesi in programma da giovedì 12 a sabato 14 luglio nel centro storico della città del Vasto, in provincia di Chieti.

ph. Piergiorgio Greco

ph. Piergiorgio Greco

Promosso dall’Associazione di Promozione e Tutela della Ventricina del Vastese – sodalizio che mette insieme alcuni produttori locali – in partnership con l’amministrazione comunale, la Regione Abruzzo, i Gal Maiella Verde e Costa dei Trabocchi, la BCC Sangro Teatina, e con il patrocinio della Camera di Commercio di Chieti Pescara, il festival si articolerà tra un’area espositiva con il meglio della produzione enogastronomica di qualità del territorio ed una ristorativa dove apprezzare tutta l’unicità della Ventricina del Vastese (che abbiamo raccontato qui in occasione della costituzione del Presidio Slow Food), allestite tra piazza Pudente e piazza del Popolo attorno al monumentale Palazzo D’Avalos, teatro a sua volta nel giardino e nel chiostro di incontri ed eventi collaterali.

Giardini di Palazzo D'Avalos (ph. Ivan Masciovecchio)

Giardini di Palazzo D’Avalos (ph. Ivan Masciovecchio)

A cominciare dal convegno inaugurale di giovedì 12 luglio sul tema Ventricina del Vastese: la carta di identità di un intero territorio al quale parteciperanno, tra gli altri, l’assessore regionale all’Agricoltura Dino Pepe; il rettore dell’Università di Teramo Dino Mastrocola; la responsabile educazione Slow Food Abruzzo e Molise Loredana Pietroniro. A seguire, in serata, chiacchiere, curiosità, divertimento e ghiottonerie nell’incontro tra il critico enogastronomico Edoardo Raspelli e lo chef Peppino Tinari del ristorante Villa Maiella di Guardiagrele, vero e proprio ambasciatore della Ventricina del Vastese. Interverranno, tra gli altri, il giornalista Massimo Di Cintio e lo studioso di tradizioni popolari abruzzesi Emiliano Giancristofaro.

Tra gli appuntamenti del giorno seguente, venerdì 13 luglio, segnaliamo la presentazione del libro I Mille Abruzzi (ed. Ricerche&Redazioni) del giornalista RAI Umberto Braccili e la conferenza Ventricina e arte norcina nel Vastese: sorprese e rivelazioni dai documenti storici alla quale parteciperanno Luigi Murolo, docente di Storia e Filosofia, e Raimondo Pascale, responsabile Presidio Slow Food Ventricina del Vastese.

ph. Piergiorgio Greco

ph. Piergiorgio Greco

Nel convegno di chiusura di sabato 14 luglio, invece, tra leggende e realtà, ci si soffermerà sugli aspetti nutrizionali e culinari del prestigioso salume. Animeranno il dibattito Lorenzo Russo, esperto di dietoterapia, e Francesco Granchelli, presidente Molise Gourmet e docente dell’Istituto Alberghiero “F. di Svevia” di Termoli. Il ricco programma del festival – disponibile al sito www.ventricinadelvastese.it – si completa con escursioni urbane (anche notturne) alla scoperta dei luoghi più caratteristici della città, visite guidate a Palazzo D’Avalos per ammirare sia i capolavori custoditi permanentemente all’interno della storica residenza signorile, sia la mostra in corso su Filippo Palizzi realizzata in occasione del bicentenario della nascita del grande artista vastese, nonché laboratori del gusto e spettacoli musicali.

Print Friendly, PDF & Email

Share