24 luglio 2014

100 artisti, 148 opere: i numeri dell’evento multimediale, visitabile dal 16 luglio al 15 agosto al BOX&OFFICE di via Raiale

A partire da quest’ anno, PescarArt diviene una vera e propria biennale d’arte contemporanea: porta in città 100 artisti e 148 opere in una mostra di arti visive e multimediali che si manifesta attraverso: pittura, scultura, fotografia, arte digitale, installazioni, performance, disegno, fluxus, musica, happening. La novità è anche il “Premio PescarArt”, parte integrante della rassegna, che sarà contestuale a vernissage e apertura della mostra ospitata da sabato 26 luglio alle 17,30 al 15 agosto nello spazio funzionale Box&Office di via Raiale 285. All’inaugurazione parteciperanno anche il presidente della Regione Luciano D’Alfonso e il sindaco Marco Alessandrini. La rassegna, che gode del patrocinio di Regione e Comune di Pescara, nasce da un’idea di Giancarlo Costanzo, pittore, scenografo, scultore, esperto di Arte antica che vive e lavora nella sua fucina di Pescara Art Evolution in via Ravenna 103. E’ nata nel 2007 e per l’edizione 2014 vede la partecipazione di ben cento artisti, di cui 45 nati in Abruzzo, italiani e stranieri, oltre ad alcuni importanti critici, curatori, galleristi, istituzioni d’arte e vari imprenditori. L’allestimento è a cura dell’architetto Mila Sprecacenere, mentre il premio è presieduto da Erminia Turilli, curatrice di mostre ed eventi artistici. Gli artisti. Belli e importanti i nomi in mostra. L’evento moderato da Silvia Moretta si aprirà con un omaggio a Gian Ruggero Manzoni e a Mimmo Paladino con la presentazione del libro Tutto il calore del mondo (edito da Skira nel 2013) di Gian Ruggero Manzoni illustrato con 24 tavole di Mimmo Paladino, pittore e scultore italiano, tra i principali esponenti della Transavanguardia, in esclusiva per PescarArt. Discendente dell’Alessandro dei Promessi Sposi, Gian Ruggero Manzoni è poeta, attore, scrittore, critico d’arte, pittore, al quale Pescar Art ha voluto dare il suo tributo per talento e creatività.  In Tutto il calore del mondo (Skira, 2013) Gian Ruggero Manzoni mette in scena la vita quale luogo del perpetuo conflitto e del martirio. Assumendo il punto di vista del testimone-superstite, ossia di colui che ha visto dall’interno l’orrore che c’è in ogni guerra, uscendone segnato, unto come un cristo. Manzoni sceglie due momenti emblematici (un episodio sul fiume Dnepr, tra russi e tedeschi durante la Seconda guerra mondiale, e la battaglia di Alesia, dove Cesare vince Vercingetorige) e ce li racconta attraverso gli occhi di due ragazzi, Il primo, infatti, è il protagonista de L’infanzia di Ivan, film del maestro Andrej Tarkovskij, uscito nel 1962; l’altro si chiamava Lucinio Curione: inviato ad annunciare la vittoria romana sui Galli, non giunse mai in capitale e di lui non si seppe più nulla.

PescarArtIl premio. La premiazione del Premio Pescar Art avrà luogo il giorno dell’inaugurazione, dalla commissione presenziata da Erminia Turilli e composta da: Enrico Borgatti, Mario Costantini, Paolo D’Orazio, Meri Leone e Mario Serra. A tale concorso non partecipano gli artisti della commissione né quelli indicati di seguito: Lino D’Ambrosio, Nino De Luca, Emanuele De Reggi, Peppe Esposito, Duccio Gammelli , Fathi Hassan, Mikhail Koulakov, Gian Ruggero Manzoni, Paolo Marazzi, Gaetano Pallozzi, Franco Summa. Il catalogo. Opere e storie sono raccontate nel catalogo della mostra (edizioni Palladino, 2014 ), a cura di Giancarlo Costanzo, che nella sua Epopea di un sogno racconta la genesi della manifestazione. In catalogo anche un contributo a firma di Paolo D’Orazio, in cui l’autore presenta le opere di Sergio Motzo, Loredana Muller, Giulia Napoleone e Mario Serra, autori che daranno vita a quattro mini personali, un evento dentro l’evento. Interventi anche di Gian Ruggero Manzoni, con una citazione del libro dedicato all’amico Mimmo Paladino e di Erminia Turilli, presidente del Premio. La location. Si ringraziano Marco Cretella e Pierfrancesco Schioppa, direttori dello spazio polifunzionale Box&Office, per aver permesso con il loro mecenatismo lo svolgimento della rassegna, quando altri rifiutavano l’accesso senza giustificato motivo e l’architetto Mila Sprecacenere che ha allestito la mostra.

Chi è Giancarlo Costanzo
Direttore artistico di Pescara Art Evolution, Direttore generale di PescarArt2014. E’ pittore, scenografo, scultore, esperto di Arte antica che vive e lavora a Pescara. Formatosi con i maestri Franco Summa, Elio Di Blasio, Ettore Spalletti, Ferdinando Gammelli, Costituisce l’associazione PAE (Pescara Art Evolution) e organizza mostre e rassegne di arte contemporanea in Italia e in Europa. Hanno presentato sue opere Vittorio Sgarbi, Giorgio Di Genova, Francesco Gallo, Armando Ginesi, Edoardo Di Mauro , Gabriele Di Pietro. Con Floriano De Santi, Antonio Picariello Antonio Gasbarrini, Costanzo dà vita nel 2007 a PescarArt Rassegna d’arte, nel 2014 alla V edizione. Costanzo è anche un infaticabile promotore e organizzatore d’arte, viene dall’esperienza costruttivistica ed espressionista, con inflessioni pop che evidenziano nei suoi quadri l’ istinto del ricercatore, che cerca di svuotare il campo, tagliare il racconto e la fìgurazione, per lasciare infine -la superficie nuda nella sua struttura primaria. A Pescara Art presenta fuori concorso un’installazione su plexiglass cm220/120 REQUiEM AETERNAM, un albero con superficie specchiata i cui frutti sono foto/ricordo o idealizzazione di modelli esistenziali.

Chi è Erminia Turilli
Presidente del Premio PescarArt 2014 Pescara. Incarichi. Curatore mostre e libri per le Case Editrici Electa e Mazzotta di Milano, Collaboratore Ufficio Mostre di Aosta (1986-1993), Saggista delle case editrici Mondadori, Laterza, Electa, Mazzotta anche con i critici italiani Crispolti, Bossaglia, Gatt, Tomassoni. -Direttore editoriale delle Edizioni Byblos dal 2002. Direttore generale della prima mostra della Biennale di Venezia a Pescara Sensi Contemporanei- Museo Vittoria Colonna,2004. di Ricerca della Prima Macrofase del Progetto Europeo “Ode-on” legato alla nascente Città della Musica di Pescara, 2005-2010. Presidente dell’Ente manifestazioni pescaresi dal 2011. Pubblicazioni d’arte (alcune): Carmelo Bene e il suo teatro, Edizioni Università,1981- -“Verde Verticale ’90”,-dalla poesia visiva degli anni Sessanta al 1988, Mazzotta,1988 – -La Montagna nell’arte dell’ex libris, Electa, 1993 – “Pescara Jazz:1969-2004”,Edizioni Byblos, 2004 e -“Pescara Jazz:1969-2007”,II ed. Edizioni Byblos, 2007- – Simmetria Warhol-Warhol symmetry, Edizioni Byblos, 2008. – Work music nell’area metropolitana pescarese. Analisi, ricerche, modelli di sviluppo,Edizioni Byblos on line,2009 – La città del futuro. Idee e progetti, Edizioni Byblos, 2011- Il cielo in una città. Cultura e nuove prassi, Edizioni Byblos, 2010. Saggio sui distretti italiani ed europei. – Impact form: la generazione del segno , Edizioni Byblos, 2010 L’occhio e il nero, Edizioni Byblos, 2010 Tempus fugit, Edizioni Byblos 2011 -De le future cose divinando, Ed Palladino, 2013 PescarArt2014. Fluxus,segno e performance, Ed Palladino,2014 Una sessantina di saggi pubblicati nelle case editrici Mondadori, Laterza, Electa, Mazzotta. Eventi prodotti (alcuni):”I Revivalisti”, nascita di corrente artistica. Concerto-Mostra , 2004; “Anni ’70”,(Convegno e Libro Byblos, 2005), ”La Galassia della Creatività’”-Corso di formazione, 2006, ”Incontri Fatali”, (corto sulla vita di Aldo Rossi,2006”Pescara All Star”, Mostra fotografica delle star della musica a Pescara ,2006, ”Ragazzi come noi”, 2007 “Omaggio a Luciano Pavarotti”-Concerto-Aurum 2008, (12OO spettatori) “Cantiere Abruzzo. Elogio del talento e della creatività”, mostra e convegno Aurum Facoltà di Architettura, 2013, Tu-Arte non mi basti mai, Aurum 2014

 

PrintFriendly and PDF