18 agosto 2018

Escursioni in canoa, pedalate naturalistiche, cavalcate in libertà, passeggiate nelle steppe, esercizi di yoga, partite a bocce e tanto altro ancora. Ricca e straordinariamente variegata si presenta l’offerta di attività collaterali previste nell’ambito dello Strano Film Festival, il festival internazionale di cinema giunto quest’anno alla sua seconda edizione, in programma da giovedì 23 a domenica 26 agosto nel borgo antico di Capestrano e nella Valle del Tirino, che abbiamo raccontato nel dettaglio qui.

Veduta di Capestrano e della Valle del Tirino (ph. Ivan Masciovecchio)

Veduta di Capestrano e della Valle del Tirino (ph. Ivan Masciovecchio)

Tra visite guidate e degustazioni, numerose, allettanti e per tutti i gusti si preannunciano anche le iniziative enogastronomiche previste nei giorni della manifestazione (nel programma scaricabile qui sono indicati tutti i riferimenti per le prenotazioni). A cominciare dalla visita gratuita al caseificio aziendale Dal ContaDino di Ofena, attivo nella produzione di latticini freschi e formaggi stagionati, oppure dal giro all’interno di una tartufaia del Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, con degustazione finale del raccolto.

Interessante si presenta anche il percorso dell’extravergine con assaggio di olio EVO tra gli ulivi secolari radicati ai piedi del convento di San Giovanni, con possibilità di visita al frantoio Ottaviani; così come la passeggiata in vigna con annessa degustazione alla scoperta della filosofia dell’azienda Valle Reale di Popoli. Inoltre, nel piazzale del Castello Piccolomini, gli stand della Pro Loco proporranno i piatti della tradizione popolare capestranese e delle zone limitrofe ai quali sarà possibile abbinare la birra artigianale abruzzese prodotta dal birrificio Tocci Oppidum di Tocco da Casauria oppure i vini offerti da Vin Noir nello show room allestito nella vicina piazza del Mercato. Infine, previste visite guidate gratuite alla Fattoria Valle Magica di Carapelle Calvisio dove Ralph e Ninke, in compagnia dei loro quattro figli, conservano e promuovono l’allevamento di razze antiche di animali da fattoria e dove, solo domenica 26 agosto, sarà possibile pranzare con menù a base di materie prime naturali ed autoprodotte.

Interno del convento di San Giovanni (ph. Ivan Masciovecchio)

Interno del convento di San Giovanni (ph. Ivan Masciovecchio)

Sempre a proposito di pranzo, da giovedì 23 a sabato 25 agosto, l’agriturismo Terre di Solina di Capestrano proporrà un menù Vestino a base di prodotti esistenti all’epoca dell’antica popolazione italica ovvero legumi, cicerchia, fave e cereali antichi, al quale seguirà la proiezione di un filmato sugli scavi archeologici promossi nel 2017 dall’Università di Chieti proprio in questi stessi territori dove, nel 1934, fu ritrovata la monumentale statua del Guerriero di Capestrano – oggi conservato all’interno del Museo Archeologico Nazionale d’Abruzzo a Chieti – con possibilità di visita agli scavi.

Veduta dal Castello Piccolomini sui vigneti della Valle del Tirino (ph. Ivan Masciovecchio)

Veduta dal Castello Piccolomini sui vigneti della Valle del Tirino (ph. Ivan Masciovecchio)

Nella singola giornata di sabato 25 agosto, invece, si potrà scegliere tra un altro appuntamento con l’olio EVO di montagna a Villa Santa Lucia degli Abruzzi, con la degustazione a casa di Angelo e Concetta di prodotti del loro orto, oppure un mini corso sulla conoscenza delle erbe spontanee del fiume Tirino con raccolta e successivo assaggio ospitati dal ristorante Aufinium di Ofena. Altro incontro enologico di spessore sarà quello previsto esclusivamente nei giorni di sabato 25 e domenica 26 agosto con la storia dei vini da quattro generazioni dell’azienda Pasetti di Francavilla al Mare nel centro storico di Capestrano.

Segnaliamo, infine, l’appuntamento gratuito di venerdì 24 agosto al castello Piccolomini sempre a Capestrano per l’introduzione al mondo dei funghi ad opera del micologo dott. Stefano Maggi, al termine della quale il caciaro Antonello Egizi delizierà i partecipanti con una presentazione e degustazione di formaggi affinati che hanno come elemento fondamentale gli ingredienti vivi dei batteri e delle muffe.

PrintFriendly and PDF