3 novembre 2020

testo di Ivan Masciovecchio.

Evoluzione dello storico Sulmonacinema Film Festival – nell’ambito del quale nel corso degli anni sono passati diversi giovani registi italiani divenuti in seguito veri e propri autori di culto come Paolo Sorrentino, Luca Guadagnino e Saverio Costanzo – da mercoledì 4 a sabato 7 novembre si accenderanno i riflettori sulla XXXVIII edizione del Sulmona International Film Festival (SIFF), concorso internazionale di cortometraggi nato con l’intento di promuovere cinematografie provenienti da tutto il mondo, stimolando l’arte dell’incontro attraverso la poesia delle immagini in movimento.

Piazza XX Settembre con la statua di Ovidio e sullo sfondo il campanile dell'Annunziata. (ph. Luca Del Monaco)

Piazza XX Settembre con la statua di Ovidio e sullo sfondo il campanile dell’Annunziata. (ph. Luca Del Monaco)

Organizzato come sempre dall’associazione culturale Sulmonacinema, presieduta da Marco Maiorano, sotto l’alto patrocinio del Parlamento europeo e della Provincia dell’Aquila, con il contributo della Direzione Cinema del MiBact, della Regione Abruzzo, della Città di Sulmona, del Parco nazionale della Majella, della Fondazione Carispaq e della DMC Terre d’Amore, non potendo svolgersi in presenza a causa delle disposizioni previste in merito all’emergenza sanitaria in atto, il festival accoglierà cinefili ed appassionati all’interno di una sala virtuale ospitata sulla piattaforma mymovies.it dove sarà possibile assistere gratuitamente a tutte le proiezioni previa semplice registrazione. Una volta entrati nel sito, dopo aver selezionato il festival di Sulmona tra quelli disponibili nell’apposita sezione, in home page appariranno le schede dei corti in concorso che si potranno prenotare liberamente per la visione (clicca QUI per accedere direttamente).

Suddivisi nelle categorie internazionali, nazionali, documentari, animazione, video musicali e cortometraggi abruzzesi, oltre ai film in gara sono stati previsti una serie di eventi speciali da seguire in diretta streaming sui canali social del festival come l’incontro con la scrittrice abruzzese Donatella Di Pietrantonio sul rapporto tra cinema e letteratura (avvenuto lo scorso 31 ottobre ma disponibile integralmente su YouTube) oppure sul cinema girato in Abruzzo (4 novembre) con il critico e storico Piercesare Stagni, attualmente docente nella sede abruzzese del Centro Sperimentale di Cinematografia, ed il giornalista dell’Ansa Domenico Palesse, ideatore del progetto Lost in Location. Programma completo e catalogo disponibili al sito https://www.sulmonafilmfestival.com/home/

Print Friendly, PDF & Email

Share