4 maggio 2019

Mettersi in cammino attraverso tutta l’Italia, negli stessi giorni, nello stesso periodo, lungo antichi percorsi di fede e cultura, per riuscire a cogliere meglio l’identità dei luoghi, per tutelarne ambienti e paesaggi, per scoprire il nostro Paese con occhi diversi, più attenti e consapevoli. Ovvero, camminare insieme per crescere meglio. È questo il senso profondo della Giornata Nazionale/il Mese dei Cammini Francigeni, l’iniziativa promossa e organizzata dalla Rete dei Cammini, network di trenta diverse associazioni italiane impegnate nella tutela e valorizzazione di quell’immenso patrimonio ambientale e culturale che sono le vie storiche e i Cammini di pellegrinaggio.

L'Eremo di Sant'Onofrio al Morrone (ph. Ivan Masciovecchio)

Eremo di Sant’Onofrio al Morrone (ph. Ivan Masciovecchio)

Giunta alla sua undicesima edizione, quest’anno la manifestazione si svolgerà fino al 21 giugno 2019, per il secondo anno consecutivo in concomitanza con la Primavera della Mobilità Dolce, contenitore di eventi di natura slow  ideato da AMoDo – Alleanza per la Mobilità Dolce – allo scopo di promuovere la diffusione di una mobilità lenta e senza motore, per una fruizione sostenibile e rispettosa del paesaggio italiano.

La Badia celestiniana di Santo Spirito a Sulmona (ph. Ivan Masciovecchio)

Badia celestiniana di Santo Spirito a Sulmona (ph. Ivan Masciovecchio)

Tra i numerosi appuntamenti in programma, l’Abruzzo parteciperà attivamente proponendo dall’8 al 12 maggio un affascinante Cammino del Perdono sui passi di Celestino V con partenza dall’Eremo di Sant’Onofrio al Morrone ed arrivo a L’Aquila alla Basilica di Santa Maria di Collemaggio (clicca QUI per leggere il programma completo). Un percorso tra acque sacre e di guarigione – del corpo e dell’anima – organizzato dall’associazione Panta Rei con il Gruppo Archeologico Superequano di Castelvecchio Subequo e l’associazione Rete dei Cammini dell’Aquila, che dopo un prologo previsto per martedì 7 maggio all’auditorium aquilano della BPER con gli interventi della scrittrice Maria Grazia Lopardi e dell’ingegnere aerospaziale Roberto Bordi, prenderà il via mercoledì 8 maggio con la prima tappa Badia-Sulmona dove si potrà visitare la Badia Celestiniana di Santo Spirito ed il sovrastante Eremo di Sant’Onofrio (a cura della dott.ssa Anna Rita Glisenti del Polo Museale d’Abruzzo), per poi ridiscendere a valle ed assistere ad un convegno a Sulmona nel pomeriggio.

Le acque dell'Aterno nei pressi dell'Eremo di San Venanzio (ph. Ivan Masciovecchio)

Acque dell’Aterno nei pressi dell’Eremo di San Venanzio (ph. Ivan Masciovecchio)

La giornata di giovedì 9 maggio prevederà la tratta Sulmona-Castelvecchio Subequo con visita all’Eremo di San Venanzio ed alla Fonte di Sant’Agata (a cura di Giuseppe Cera), mentre venerdì 10 maggio il percorso si snoderà da Castelvecchio Subequo a Fontecchio. Proseguendo lungo la Valle dell’Aterno, la quarta tappa di sabato 12 maggio arriverà al Monastero cistercense di Santo Spirito d’Ocre con visita guidata a cura di Gianluca Sordini ed a seguire incontri con il medico Raffaele Guida (Acqua informata in diagnosi e terapia), la scrittrice Claudia Cinquemani (I culti italici delle acque nei riti e nel folclore), la sociologa dell’ambiente Rita Salvatore (Santa Maria delle acque: territorializzazione e simbologia nei culti mariani abruzzesi), per chiudere con un reading di presentazione con parole di Bruna Zampieri e musiche di Fabrizio Casu.

La Basilica di Collemaggio a L'Aquila  (ph. Ivan Masciovecchio)

Basilica di Collemaggio a L’Aquila (ph. Ivan Masciovecchio)

Domenica 12 maggio il Cammino del Perdono sui passi di Celestino V si chiuderà a L’Aquila con visita guidata alla Basilica di Santa Maria di Collemaggio a cura di Letizia Giuliani e Maria Grazia Lopardi. Info ai numeri 329 0850977 (Letizia Giuliani) e 338 3115194 (Maria Grazia Lopardi) oppure alle mail letizia.giuliani@yahoo.it e mglopardi@gmail.com

PrintFriendly and PDF