28 novembre 2013

 Anche in duecentottanta punti vendita abruzzesi l’iniziativa della Fondazione Banco Alimentare Onlus: l’invito a donare cibo per i 38.254 poveri della regione. E nella partita Pescara-Carpi le maglie biancazzurre avranno il logo del Banco Alimentare

 Colletta_(3)_SMALL

 

Sabato 30 novembre si terrà in tutta Italia la diciassettesima edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Più di 135 mila volontari della Fondazione Banco Alimentare Onlus, in oltre 9 mila supermercati, inviteranno a donare alimenti a lunga conservazione che verranno distribuiti a più di 8.800 strutture caritative (mense per i poveri, comunità per minori, banchi di solidarietà, centri d’accoglienza, ecc.) che aiutano 1.800.000 persone povere. In Italia sono ormai 4.068.000 le persone che soffrono di povertà alimentare (+47% dal 2010), di queste 428.578 (il 10%) sono bambini che hanno meno di 5 anni.

L’iniziativa si svolgerà anche in duecentottanta punti vendita del Molise (supermercati, centri commerciali, negozi di generi alimentari: elenco in continuo aggiornamento sul sito www.bancoalimentare.it), dove saranno presenti circa 4 mila volontari con la pettorina gialla che inviteranno chi si reca a fare la spesa a donare quegli alimenti che nelle settimane successive il Banco Alimentare d’Abruzzo distribuirà alle 38.254 persone assistite in Abruzzo mediante 211 enti convenzionati. Nel corso della Colletta Alimentare dell’anno scorso sono state donate, in Abruzzo, 201 tonnellate di prodotti, 9.622 a livello nazionale.

In occasione della Colletta Alimentare, anche il Delfino Pescara 1936 ha voluto dare il suo contributo: nel corso della partita Pescara-Carpi di sabato 30 novembre le maglie biancazzurre avranno il logo del Banco Alimentare, e saranno successivamente vendute all’asta in una serata di beneficenza. Inoltre, quanti si recheranno allo stadio ascolteranno un messaggio che inviterà tutti a partecipare alla Colletta. Fater spa, da parte sua, ha donato spazi pubblicitari sui quotidiani cartacei abruzzesi, rinforzando una stima e un’amicizia decennale con il Banco Alimentare dell’Abruzzo.

La Giornata Nazionale della Colletta Alimentare è uno degli appuntamenti della campagna “Emergenza Alimentare Italia” iniziativa di sensibilizzazione e raccolta fondi promossa dalla Fondazione Banco Alimentare Onlus, anche in vista del possibile dimezzamento dal 2014 degli aiuti alimentari provenienti dall’Unione Europea. Fino al 2 dicembre 2013 sarà possibile sostenere l’attività dei 21 magazzini della Rete Banco Alimentare in Italia anche inviando un sms da 1 euro al numero 45599 da cellulari TIM, Vodafone, Wind, 3, Postemobile, CoopVoce, Tiscali e Nòverca; oppure sarà possibile donare 2 euro per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa TWT e 2/5 euro chiamando da un numero di rete fissa Telecom Italia e Fastweb.

Le donazioni di alimenti ricevute durante la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare andranno a integrare quanto la Rete Banco Alimentare recupera grazie alla sua attività quotidiana, combattendo lo spreco di cibo: nel 2012, a livello nazionale, sono state distribuite 61.552 tonnellate di alimenti, pari a un valore di circa 180 milioni di euro ovvero al carico di oltre 2.200 tir; in Abruzzo e Molise, sono state distribuite 1.647 tonnellate di prodotti. Le donazioni economiche ricevute con gli sms permetteranno di far arrivare questi alimenti sulla tavola di chi ne ha bisogno.

Le ragioni di fondo di questo gesto di carità sono descritte nel testo delle “dieci righe”, tratte dal discorso di Papa Francesco all’Udienza Generale del 5 giugno 2013 e pensate per favorire un dialogo con tutti coloro che a vario titolo partecipano alla Giornata:

«La vita umana, la persona non sono più sentite come valore primario da rispettare e tutelare, specie se è povera […]. Il consumismo ci ha indotti ad abituarci al superfluo e allo spreco quotidiano di cibo, al quale talvolta non siamo più in grado di dare il giusto valore, che va ben al di là dei meri parametri economici. […] Invito tutti a riflettere sul problema della perdita e dello spreco del cibo per individuare vie e modi che, affrontando seriamente tale problematica, siano veicolo di solidarietà e di condivisione con i più bisognosi. […] quando il cibo viene condiviso in modo equo, con solidarietà, nessuno è privo del necessario, ogni comunità può andare incontro ai bisogni dei più poveri».

“Sabato sulle nostre maglie da gioco sarà posto il logo del Banco Alimentare – ha detto il presidente della Pescara Calcio, Daniele Sebastiani -: è il nostro modo per sostenere l’iniziativa della Colletta Alimentare annuale e per invitare tutto il mondo sportivo ad acquistare e donare del cibo per i meno fortunati. Ovviamente voglio sottolineare che un grande plauso va ai nostri sponsor di maglia, Acqua & Sapone della famiglia Barbarossa e l’Oma Group della famiglia Angelucci che hanno mostrato grande sensibilità sociale concedendo alla nostra squadra di scendere in campo con un logo diverso dal loro per questo importante messaggio di solidarietà. Credo che il mondo del calcio, vista la grande risonanza mediatica della quale può usufruire, possa e debba sposare iniziative di questo genere per trasmettere valori primari da tutelare quale la dignità umana”.

Questo importante evento, che gode dell’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, è reso possibile grazie alla collaborazione di: Esercito Italiano, Associazione Nazionale Alpini, Società San Vincenzo De Paoli, Compagnia delle Opere Sociali, Intesa Sanpaolo, Banca Prossima, Gruppo Unipol, Fondazione Cariplo, Poste Italiane/Comieco  e i media partner Sky/Radio 101. A livello locale, si ringraziano tutti i media che hanno scelto di mandare in onda gratuitamente messaggi pubblicitari, una ditta che ha fornito le scatole di cartone e quanti hanno messo a disposizione sempre gratuitamente locali di stoccaggio e mezzi di trasporto.

 

PrintFriendly and PDF