29 aprile 2019

Tra le specie vegetali più evolute esistenti al mondo, le orchidee affascinano da sempre studiosi e appassionati di varia natura, stregati dall’intrinseca e colorata bellezza delle piante, nonché dalle loro straordinarie strategie riproduttive. In Abruzzo, Palena rappresenta sicuramente l’ambiente ideale nel quale queste splendide creature hanno potuto crescere e svilupparsi.

L'orchidea dedicata alla Majella (ph. Pasquale Buonpane)

L’orchidea dedicata alla Majella (ph. Pasquale Buonpane)

Pochi territori, infatti, possono vantare l’elevata ricchezza che si rinviene in questo comune della provincia di Chieti, bandiera arancione del Touring Club Italiano, dove sono state censite ben 60 tra specie e sottospecie di orchidee spontanee, pari al 73% di quelle presenti in tutto il Parco nazionale della Majella, al 66% di quelle registrate in regione e ad un quarto di quelle rilevate in tutta Italia. Numerosi ibridi stabilizzati arricchiscono inoltre questa enorme diversità. Qui è stata descritta per la prima volta l’orchidea dedicata alla Majella (Ophrys passionis subsp. majellensis) e sempre al paese è stato dedicato anche un ibrido (Ophrys x palenae).

Per avvicinare il maggior numero di persone possibile alla conoscenza ed alla scoperta di questo enorme patrimonio di bellezza e biodiversità, da giovedì 9 a domenica 12 maggio ci si potrà ritrovare Nel Paese delle Orchidee immersi in una cornice di festa tra spettacoli, musica, escursioni tematiche, incontri con esperti, laboratori didattici, stand enogastronomici ed artigianali e molto altro. Giunto alla sua quarta edizione, l’evento organizzato dalla Pro Loco di Palena, dall’amministrazione comunale e dal Parco nazionale della Majella, tra gli appuntamenti in programma (leggi QUI il calendario completo) prevederà anche il convegno (sabato 11 maggio, Teatro Aventino “Ettore Margadonna” di Palena) dal titolo “La flora e le orchidee spontanee del Parco nazionale della Majella: passato e presente” al quale interverranno, tra gli altri, Silvano Agostini, soprintendente per i beni archeologici dell’Abruzzo; Marco Giardini dell’Università “La Sapienza” di Roma; Fabio Conti, Centro ricerche floristiche dell’Appennino; Giampiero Ciaschetti del Parco nazionale della Majella.

L'Eremo della Madonna dell'Altare a Palena (ph. Ivan Masciovecchio)

L’Eremo della Madonna dell’Altare a Palena (ph. Ivan Masciovecchio)

Oltre alle uscite quotidiane nei campi ed alla festa delle orchidee di sabato 12 maggio prevista nel centro storico di Palena, segnaliamo anche il laboratorio didattico Orchid Seed Bombs a cura del parco (gratuito su prenotazione alla mail maria.peroni@parcomajella.it) e le visite guidate al Castello ducale (giovedì 9), al Museo dell’Orso marsicano ed all’area faunistica dell’orso (venerdì 10), all’Eremo celestiniano della Madonna dell’Altare (domenica 12). Le escursioni sono gratuite (è possibile prenotare un pranzo al sacco al costo di € 10), mentre per le visite è previsto un contributo di € 3 a persona ed è necessaria la prenotazione alla mail proloco.palena15@gmail.com oppure al numero 333 5224973. Ulteriori info si possono chiedere al numero 333 3966117 oppure consultando le pagine fb della Pro Loco di Palena e del Parco Majella.

PrintFriendly and PDF