17 ottobre 2016

Alfredo Paglione, Mecenate d’Abruzzo, ha deciso di donare all’Anffas Onlus di Giulianova l’opera Momento familiare di Robert Carroll quale riconoscimento e premio per la nobile azione di alto valore umanitario che svolge l’Associazione, in omaggio all’illustre Artista recentemente scomparso e in memoria di padre Serafino Colangeli, emerito benefattore di Giulianova e grande ammiratore dell’opera di Carroll.

Robert Carroll: Momento familiare, 1966, olio su tela cm. 130X97

Robert Carroll: Momento familiare, 1966, olio su tela cm. 130X97

L’Associazione Anffas Onlus di Giulianova, non ha scopo di lucro (opera prevalentemente su base di volontariato) e le cariche sono gratuite. Persegue esclusivamente finalità di solidarietà e promozione sociale, prioritariamente in favore di persone svantaggiate in situazioni di disabilità intellettiva e/o relazionale e delle loro famiglie, affinché a tali persone sia garantito il diritto inalienabile ad una vita libera e tutelata, il più possibile indipendente nel rispetto della propria dignità. Da alcuni anni, inoltre, l’Anffas Onlus di Giulianova, gestisce un centro diurno, ed ha ha realiz-zato insieme alle Istituzioni (Regione Abruzzo – Comune di Giulianova e Fondazione Tercas) il primo Centro Polivalente di Lavoro Guidato della Regione Abruzzo, denominato “Inclusive Caffè”, ristorante & pizzeria che si trova in zona Costa Verde, Traversa De Bartolomei, dove lavorano i ragazzi con disabilità.
L’opera scelta da Alfredo Paglione per omaggiare l’Anffas Onlus di Giulianova, collocata tra l’altro nella sala ristorante dell’Inclusive Caffè, è uno dei dipinti più significativi dell’artista americano Robert Carroll, recentemente scomparso.
L’ARTISTA
Robert Carroll nasce a Painesville in Ohio (USA) nel 1934. Dal 1953 studia al Cleveland Institute of Art e alla Yale University, conseguendo nel 1957 la laurea in belle arti e due importanti premi per la pittura. Diventa amico di Willem De Kooning, uno dei maggiori pittori americani dell’espressionismo astratto, che lo introduce nell’ambiente culturale e artistico italiano quando, all’età di venticinque anni, nel 1959 Carroll sceglie l’Italia. Alla fine degli anni Sessanta alla Galleria Trentadue di Alfredo Paglione a Milano (dove tornerà a esporre negli anni 1970, 1973, 1974, 1978) propone un importante ciclo pittorico intitolato «Sisifo», successivamente esposto negli Stati Uniti. Seguono oltre duecentocinquanta esposizioni nazionali e internazionali. Nei primi anni Settanta inizia un’intensa produzione grafica e concentra la sua ricerca sulle tematiche ambientali con ciclopiche installazioni multimediali, dedicate a parchi naturali statunitensi e italiani. A partire dalla fine degli anni Novanta, nella sua pittura la figura umana torna a essere protagonista. Carroll muore a Massa (MS) il 4 settembre 2016.

 

PrintFriendly and PDF