Al ristorante la Figlia di Attilio si assaporano le specialità della casa, con un pesce fresco di giornata esaltato dalle ricette di famiglia e dalla cucina genuina

Aperto da oltre vent’anni fa, oggi il ristorante procede a vele spiegate grazie alla terza generazione rappresentata da Andrea, impegnato in cucina a riproporre e tramandare le antiche ricette di famiglia. Antipasti della casa seguono il fresco pescato del giorno, combinandosi nel piatto composto da dieci assaggi caldi e freddi, tra i quali spiccano proposte particolari come l’astice e scampi, spaccato a metà e condito alla catalana (con rucola e pachino), gli scampetti in agrodolce, le codine di rospo al forno o i calamaretti fritti con radicchio e balsamico.

Tra i primi, la linguina verde allo scoglio troneggia sul risotto alla marinara, sulle mezze maniche al sugo di scampi o sulla chitarra all’astice. I secondi piatti conservano tutto il profumo del mare, da assaporare nel rombo al forno o nella gallinella cucinata al momento, assecondando i gusti dell’avventore. Non mancano fritturine miste e di paranza oppure arrosti e pesci alla brace conditi con la semplicità tipica della buona cucina marinara. Cantina in prevalenza regionale con punte d’eccellenza e una vastissima scelta di diverse tipologie di Pecorino da abbinare ai piatti proposti. Dolci della casa per chiudere, tra tiramisù e panna cotta ai frutti di bosco.

Andrea Marano al timone dello storico locale di famiglia, conserva e tramanda una formula consolidata: passione, qualità eccellente e semplicità tipica della buona cucina marinara

LA FIGLIA DI ATTILIO
Pescara
Via Pepe, 177
T 085 451 1500 – Chiuso il lunedì

PrintFriendly and PDF