26 marzo 2019

Il mare inteso come bene comune – fonte di cibo, risorse naturali, bellezza, energia, opportunità di lavoro e benessere – sarà il tema della nona edizione di Slow Fish, l’evento internazionale dedicato al pesce ed alle risorse del mare in programma al porto antico di Genova da giovedì 9 a domenica 12 maggio. Organizzato da Slow Food e Regione Liguria con il patrocinio dell’amministrazione comunale e del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del Mare, l’evento vede il sostegno inoltre della Camera di Commercio cittadina e la partecipazione del Ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo.

Gennaro D'Ignazio sul palco del Meet in Cucina 2018 (ph. Ivan Masciovecchio)

Gennaro D’Ignazio sul palco del Meet in Cucina 2018 (ph. Ivan Masciovecchio)

Tra gli immancabili Appuntamenti a tavola (già prenotabili sul sito dell’evento), Abruzzo protagonista giovedì 9 maggio con la cena Effetti naturali d’Abruzzo: la cucina di Gennaro D’Ignazio – oste di rara competenza e simpatia, aderente al consorzio Qualità Abruzzo – così presentata direttamente dagli organizzatori (l’articolo integrale potete leggerlo qui): “Da 20 anni al timone della Vecchia Marina, a Roseto degli Abruzzi, Gennaro d’Ignazio basa la propria cucina su una convinzione solida e senza cedimenti: «Quando si parla della cucina di mare, l’85% di tutto il benfatto si ha prima che il pesce finisca in padella». In altre parole, la bontà del pesce è garantita da tutta una serie di buone pratiche di acquisto, di trasporto, di lavorazione, antecedenti all’atto della cucina. Da lui, potete gustare il mare, freschissimo e in tutta la sua semplicità: nei crudi, nel fritto di paranza, nel guazzetto, nelle tante preparazioni dove, oltre al pesce, rientrano solo i pomodori e l’olio extravergine di oliva, per un connubio perfetto fra terra e mare. Partecipare a una sua cena, significa portarsi a casa un pezzetto di Adriatico, e acquisire nuove conoscenze”.

logo_slow_fishPrevisti, inoltre, Laboratori del Gusto per conoscere e approfondire temi e prodotti stimolando i sensi e ascoltando le storie di chi quei prodotti li ha realizzati; Scuole di Cucina con i cuochi dell’Alleanza Slow Food; incontri per scolaresche e famiglie; percorsi interattivi per scoprire i segreti del mare ed accendere così i riflettori su chi – pescatori, cuochi, artigiani, ricercatori e aziende – sia in Italia che all’estero, è impegnato in una gestione attenta di questa risorsa globale ed essenziale chiamata mare, determinante per garantire a noi e alle prossime generazioni la vita sul pianeta Terra.

PrintFriendly and PDF