29 aprile 2015

Si chiama “GipSy” l’innovativo sistema di telesoccorso e teleassistenza per le aree interne: è il progetto sperimentale avviato dalla Comunità Montana Gran Sasso zona “O” per venire incontro alle domande di aiuto dei residenti nei 9 Comuni del comprensorio (Castel Castagna, Castelli, Colledara, Crognaleto, Fano Adriano, Isola, Montorio, Pietracamela e Tossicia). “Il nuovo dispositivo mobile di telesoccorso e tele monitoraggio – spiega Piergiorgio Possenti, responsabile dei Servizi Sociali della Comunità Montana -, che il nostro è il primo Ente in Abruzzo ad adottare, è stato sviluppato in collaborazione con la società “Lineaperta” di Avezzano. Si tratta di un sistema “all-in-one” di ultimissima generazione, in questa fase sperimentale utilizzato da 40 utenze. Prevediamo di ampliare il servizio a quanti ne faranno richiesta agli uffici della Comunità, sulla base di una graduatoria, che terrà conto delle fasce di reddito e favorendo le pensioni minime”.

gran-sasso_di-paolo

“Caratteristiche di questo dispositivo – aggiunge Mauro Bove della società “Lineaperta” – è che, a differenza dei sistemi tradizionali di telesoccorso e assistenza, non richiede linea telefonica fissa E’ dotato di un sistema di geolocalizzazione Gps ed è di facile utilizzo: in caso di malore o emergenza, il pulsante SOS attiva la centrale operativa h24, che provvede a inoltrare la chiamata di soccorso a chi di dovere, inclusi i familiari, e invia un sms con le coordinate geografiche che rilevano la posizione dell’utente. Il dispositivo, da portare sempre con sé, funziona tramite scheda sim ed è dotato di un’autonomia di 7 giorni”. Dopo anni di investimento nel settore per un’efficiente gestione del Piano di Zona dei servizi sociali, tarato sui bisogni e sulle esigenze specifiche della popolazione locale, la Comunità Montana Gran Sasso lancia questo sistema innovativo, a servizio di un intero territorio montano fortemente penalizzato e in situazione di crescente criticità e isolamento. Il nuovo sistema, avviato in fase sperimentale aderendo all’offerta della società “Lineaperta”, non comporta alcun aumento di costo grazie alla oculata gestione del Servizio Affari Sociali della Comunità Montana.

PrintFriendly and PDF