18 settembre 2018

testo di Ivan Masciovecchio.

Tutto pronto per la dodicesima edizione di Terra Madre Salone del Gusto, il più importante evento internazionale dedicato alla cultura del cibo, in programma a Torino da giovedì 20 a lunedì 24 settembre negli spazi indoor del Lingotto Fiere e dell’Oval – dove troveranno casa il grande Mercato italiano e internazionale, le cinque aree tematiche #foodforchange (Slow Meat, Slow Fish, Cibo e salute, Semi, Api e insetti), nonché lo spazio delle cucine di strada e dei birrifici artigianali – ed in alcuni luoghi identitari cittadini come Palazzo Reale, piazzetta Reale, piazza Castello e la Nuvola Lavazza nel quartiere Aurora.

Terra_Madre_Salone_del_Gusto_2018_9Organizzata dall’associazione Slow Food, Città di Torino e Regione Piemonte – in collaborazione con il Ministero del Turismo e dell’Agricoltura nell’ambito delle attività previste per l’anno del cibo italiano e con il contributo di numerose aziende private – la manifestazione buona, pulita e giusta vedrà nell’espressione Food for Change,  cibo per il cambiamento, il tema dell’edizione 2018; perché una scelta consapevole delle materie prime da utilizzare tutti i giorni in cucina può determinare effetti benefici sulla qualità e la salubrità degli stessi prodotti, sulla tutela degli ecosistemi e della biodiversità, sui mercati globali e la distribuzione delle risorse; in pratica, nella vita quotidiana di ognuno di noi.

I partecipanti alla conferenza stampa di presentazione del Salone del Gusto (ph. Ivan Masciovecchio)

I partecipanti alla conferenza stampa di presentazione del Salone del Gusto (ph. Ivan Masciovecchio)

Seppur con un programma ridotto rispetto agli anni passati, l’Abruzzo partecipa a pieno titolo a questa sorta di rivoluzione lenta, portando nel capoluogo piemontese alcuni ambasciatori del suo eccezionale patrimonio di biodiversità agroalimentare rappresentato da venti Presìdi e Comunità del cibo ai quali si aggiungeranno una dozzina di produttori «capaci di raccontare il proprio territorio e le proprie storie attraverso il lavoro che portano avanti tra mille sacrifici, soprattutto nelle aree interne d’Abruzzo», come ha ricordato l’assessore regionale alle Politiche agricole Dino Pepe nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’evento.

Terra Madre Parade 2016 (ph. Ivan Masciovecchio)

Terra Madre Parade 2016 (ph. Ivan Masciovecchio)

Con lui presenti anche Tosca Chersich – responsabile Area promozione e internazionalizzazione della Camera di Commercio Chieti-Pescara – la quale ha ribadito la portata della collaborazione instaurata con la Regione Abruzzo, «la prima di una strategia comune che nasce con l’obiettivo unico di promuovere il territorio sia nel settore agroalimentare, sia sotto il profilo turistico»; e il portavoce di Slow Food Abruzzo e Molise Eliodoro D’Orazio che non ha esitato a definire storica l’edizione 2018 «che vede la più alta partecipazione di sempre di produttori e comunità del cibo provenienti da tutto il mondo. Con questo Terra Madre Salone del Gusto si apre la terza fase della nostra associazione durante la quale ci si concentrerà sul concetto di università diffusa ovvero l’idea ambiziosa di elevare a dignità accademica i saperi tradizionali per far dialogare allo stesso livello i micro produttori custodi di territorio ed i docenti universitari, condividendo le relative conoscenze nel reciproco rispetto».

Di seguito i Presìdi e le comunità del cibo, nonché le aziende agricole, presenti a Torino all’interno dello spazio Abruzzo:
Comunità dei Salumi frentani, Associazione produttori Cece di Navelli, Associazione produttori Fagioli di Paganica, Consorzio Canestrato di Castel del Monte, Consorzio di Tutela Pecorino di Farindola, Associazione di Tutela Peperone dolce di Altino – Oasi di Serranella, Presidio Uva Montonico, Presidio Ventricina del Vastese, Presidio Salsiccia di Fegato aquilana, Presidio Mortadella di Campotosto, Presidio Oliva Intosso, Consorzio Grano Solina dell’Appennino Abruzzese, Consorzio Allevatori valorizzazione Maiale Nero d’Abruzzo, Consorzio di Tutela Zafferano dell’Aquila DOP, Consorzio di Tutela e valorizzazione Pecorino Amatriciano Monti della Laga, Associazione Vino cotto d’Abruzzo, Comunità Formaggi a latte crudo Consorzio Terra Viva; Associazione Le Vie dello Zafferano, Associazione Pomodoro a pera d’Abruzzo, Comunità di prodotto Olio Toccolana

Azienda Agricola Fasciani (tartufi) – Molina Aterno; Vecchio Forno (dolciumi) – Tollo; Agreeable Farm La Giara (conserve alimentari) – Pianella; Molino Lattanzio (cereali e farine) – Carpineto della Nora; Oleificio Timando (olio) – Pianella; L’Antico Frantoio (olio) – Villamagna; Fausto Napoli Barattucci (liquore) – Chieti; Ival (liquori) – Fara Filiorum Petri; Rustichella d’Abruzzo (pasta) – Pianella; Tenuta Sant’Ilario (olio) – Pineto; Gli Orti di Cointra da Faieta (conserve alimentari) – Castel Castagna; Uma Casanatura (conserve alimentari) – Cellino Attanasio; Abruzzo Innovazione Turismo.

PrintFriendly and PDF