7 aprile 2019

Testo di Greta Massimi

I protagonisti della mostra sono 4 fotografi che, con la loro creatività, hanno dato vita ad un percorso interpretativo del tutto originale

marco lussoso

Il fotografo Marco Lussoso e le sue opere.

Dal 6 al 19 aprile 2019, presso la Galleria d’Arte Contemporanea Spazio Bianco, sita a Piazza Salotto (Angolo Viale Regina Margherita, 6) Pescara, sarà possibile visitare la mostra Start.
Quattro fotografi, Francesca De Luca, Rossana Lamanna, Mario Bi e Marco Lussoso, hanno deciso di esporre alcune opere fotografiche molto diverse fra loro per stili e soggetti rappresentati.

Marco Lussoso espone tre opere digitali inedite, frutto di un’elaborazione fotografica su alcuni suoi lavori svolti precedentemente per la Ferrari, che evidenziano il rapporto tra “astrazione e figurazione” ottenuto partendo da una riproduzione tecnica. Nelle sue opere l’artista rilegge “ciò che ci circonda” offrendo un modo diverso di guardare luoghi, cose e simboli “comuni” dell’arte e del mondo quotidiano, decontestualizzandoli, dando spazio a nuove e possibili interpretazioni da parte del visitatore grazie alle scenografie proposte in cui i soggetti “agiscono” relazionandosi tra loro.

Autoritratto dell'artista Francesca De Luca.

Autoritratto dell’artista Francesca De Luca.

Francesca De Luca espone nelle sue opere degli autoritratti reinterpretando scenari e luoghi secondo la propria sensibilità con uno stile garbato ed emozionale. I suoi scatti, rielaborati attraverso programmi di foto-manipolazione, vengono “trasformati” seguendo la sua immaginazione e creatività, svelando il lato più intimistico degli stessi.

Mario Bi e le sue opere.

Mario Bi e le sue opere.

Mario Bi, invece, “cattura” dettagli della vita urbana e quotidiana attraverso il suo smartphone, sottoponendo i suoi scatti ad un lavoro di “scomposizione digitale” rielaborandoli, aumentando la grandezza dei pixel dell’immagine rendendoli “protagonisti dell’opera”. Il risultato che si pone davanti allo spettatore è una realtà astratta, spontanea, che dà avvio a “spazi multidimensionali” che ricordano in parte i video game degli anni Ottanta.

opera mostra

Opera di Rossana Lamanna.

Infine Rossana Lamanna propone scatti paesaggistici suggestivi, molto diversi fra loro per contesto e chiave di lettura scelti dall’artista. La serata è stata allietata dalla talentuosa e giovane violinista Giulia Lussoso.

All’interno della galleria Spazio Bianco, diretta da Gisella Bianco, sarà possibile trovare opere come, fra gli altri, le ceramiche di Rossella Circeo.

PrintFriendly and PDF