6 marzo 2014

 L’impegno delle aree protette abruzzesi (i Parchi nazionali d’Abruzzo, Lazio e Molise, del Gran Sasso e Monti della Laga e della Majella ed il Parco regionale Sirente Velino) nell’ambito del progetto di promozione turistica condiviso e sostenuto dalla Regione Abruzzo, continua a produrre risultati tangibili che si traducono in una crescente attenzione da parte del mercato turistico internazionale e della stampa di settore.  Un interesse che è la diretta scaturigine della programmazione efficace con cui i parchi da alcuni anni affrontano le sfide della promozione turistica nei luoghi deputati, sostenendo l’impegno assunto già nel 2010 di esprimere il brand stesso della Regione e del turismo natura sulle suggestioni del claim “Made in nature, made in Italy”.

stand_parchi_2_A tal fine,  sono stati affrontati anche quest’anno, sotto l’egida della Regione Abruzzo, alcuni dei più importanti appuntamenti fieristici internazionali, come  “Destinations the holiday & travel show”, che si è tenuto a Londra lo scorso febbraio e “Fiets en Wandelbeurs”, la tradizionale fiera del turismo natura e della bicicletta che proprio nei giorni scorsi si è conclusa ad Amsterdam, mentre una prossima, “Destination Nature”, attende i parchi a  Parigi,  dal 28 al 30 marzo. La presenza delle aree protette abruzzesi alle esposizioni, che tradizionalmente catalizzano l’attenzione di migliaia di buyers e tour operator, si è rafforzata quest’anno grazie all’adozione di ulteriori strumenti di promozione, come il nuovo stand, realizzato nell’ambito del progetto di co-marketing con la Regione Abruzzo “Slow Park: incentivare il turismo slow nei Parchi”, uno spot emozionale che presenta il territorio dei parchi come un unicum di natura, cultura e bellezza, insieme a strumenti inediti e multilingue e basati sulle nuove tecnologie.  Tra le molte attività di conoscenza e approfondimento proposte presso il nuovo stand, sono stati sperimentate anche forme di collaborazione con gli albergatori con la formula “win a holiday in Abruzzo”, inaugurando una promettente sinergia tra pubblico e privato. Molte centinaia i contatti registrati a ciascuna delle fiere ed altrettanti i questionari compilati che saranno fatti oggetto di condivisione con gli imprenditori, nell’obiettivo comune di ampliare la rete dei contatti e delle opportunità.

 

 

 

PrintFriendly and PDF