15 luglio 2020

CAMPLI – Su il sipario su Farnesiana 2020. Campli – uno dei borghi più belli d’Italia, che quest’anno, per la prima volta, ha ottenuto la qualifica di Città che legge – torna ad essere il palcoscenico del Festival culturale organizzato dall’associazione Memoria e Progetto Onlus, in collaborazione con il Comune di Campli.

La rassegna – realizzata anche con il supporto di Regione Abruzzo, Provincia di Teramo, Fondazione Tercas e Lesti Pallets SPA – è stata presentata oggi dal Sindaco di Campli, Federico Agostinelli, dalla Consigliera delegata alla Cultura, Melissa Galli, e dai curatori del Festival Roberto Ricci, Davide Francioni e Simone Gambacorta.

Con il titolo di “Viaggio Italiano – Letteratura, Montagna, Culture”, l’edizione di quest’anno vedrà la partecipazione di Massimiliano Ossini, scrittore e conduttore TV che presenterà a Campli, domenica 26 alle ore 18:30, il suo nuovo libro “Kalipè. Il cammino della semplicità” (Rai Libri 2020). La giornata, dal titolo “Dal borgo alla vetta“, inizierà alle ore 8:00 da Battaglia di Campli, con il conduttore di Linea Bianca – il programma di Rai Uno dedicato alla montagna e alla natura – che parteciperà ad un’escursione alla Valle degli Scoiattoli, uno dei luoghi più suggestivi della Montagna di Campli, organizzata in collaborazione con il Club Alpino Italiano Val Vibrata – Monti Gemelli.

Il ciclo di presentazioni, dibattiti e tavole rotonde di Farnesiana 2020 inizia sabato 18 luglio con “Da Campli all’Australia. Vita di un socialista. Omaggio a Quinto Ercole 1870 – 2020”. A 150 anni dalla nascita sarà ricordata la figura di Quinto Ercole, nato a Campli nel 1870, medico, politico, migrante in Australia, con letture di brani del romanzo “No Escape” (1932) della figlia, Velia Ercole.

Si prosegue sabato 25 con il dibattito “Letteratura: i viaggi di Michele Prisco ed Ennio Flaiano”. Ad un secolo dalla nascita dello scrittore Michele Prisco, Premio Strega nel 1966 con il romanzo “Una spirale di nebbia”, saranno letti brani del suo libro di viaggi “Il cuore della vita” (1996). Tra le tappe di Prisco, anche l’Abruzzo, terra natale del suo amico Ennio Flaiano.

Dal 18 al 24 agosto, presso l’Auditorium di Santa Maria degli Angeli di Campli, sarà allestita la mostra “Animus. Arte Contemporanea”, con le opere di Antonio Giusti, Romeo Chebak, Johnny Ngbwa e Gabriele Congiu.

Tutti gli appuntamenti di Farnesiana 2020 sono aperti fino ad esaurimento posti. Nel rispetto delle norme Covid-19, è obbligatoria la prenotazione al portale: https://borgocampli.it/farnesiana-prenota-ora/

PrintFriendly and PDF