1 ottobre 2018

Nel nome e nell’esempio di Vandana Shiva – attivista ed ambientalista indiana nota per le sue battaglie sociali a favore della tutela delle biodiversità e dei diritti degli agricoltori nel mondo – sarà l’alimentazione il tema centrale della terza edizione di C’era una volta, il festival sulla qualità della vita in programma negli spazi dell’Aurum di Pescara da venerdì 5 a domenica 7 ottobre prossimi.

Aurum di Pescara (ph. Gino Di Paolo)

Aurum di Pescara (ph. Gino Di Paolo)

Organizzata come sempre dall’associazione Pescara Punto Zero con il patrocinio dell’assessorato alla Cultura del comune di Pescara, la kermesse si articolerà in una serie di incontri ed iniziative declinate all’interno di aree tematiche incentrate su economia circolare – con un grande e scenografico padiglione allestito in sala D’Annunzio all’interno del quale artigiani e creativi del riuso potranno presentare i propri manufatti e opere artistiche – mobilità e turismo responsabile, qualità della vita, educazione e infanzia, arti visive. Ampio spazio quindi a proiezioni di video e documentari, presentazione di libri, laboratori artistici, artigianali e del gusto, tavole rotonde, assaggi di tipicità locali, musica e convivialità.

logo_ceuv_2018Tra gli eventi più attesi – il programma completo è disponibile qui – la tavola rotonda su Cibo e salute nell’epoca dell’alimentazione industriale durante la quale sarà presentata YouFarmer, prima piattaforma di co-farming al mondo; la proiezione in anteprima regionale del documentario Hunger for Bees con le autrici Monica Pelliccia e Adelina Zarlenga, le quali racconteranno il loro viaggio tra apicoltori e apicoltrici incontrati tra l’Italia e l’India; l’arrivo dell’architetto e urbanista Paolo Berdini chiamato a presentare il suo ultimo libro Roma, polvere di stelle nonché ad animare la tavola rotonda su Pescara comune obiettivo: immaginare la città del futuro, alla quale prenderanno parte, tra gli altri, anche l’antropologa Adriana Gandolfi e il docente universitario Stefano Civitarese, già assessore all’Urbanistica del comune di Pescara.

Cesto con varie forme di Pecorino di Farindola (ph. archivio Arssa)

Cesto con varie forme di Pecorino di Farindola (ph. archivio Arssa)

Si rinnoverà, inoltre, la collaborazione con la Condotta Slow Food di Pescara grazie alla quale, tutti i giorni del festival, dalle 18 alle 19, nella sala Michelucci, si svolgeranno laboratori del gusto che spazieranno dall’esperienza sensoriale fuori dagli schemi nella scelta del gelato dolce o salato offerta dalla maestra gelatiera Ida Di Biaggio, fino agli abbinamenti più o meno scontati tra miele, Pecorino di Farindola e mosto cotto proposti da Giorgio Davini, docente Master of Food.

Infine, una novità importante di questa terza edizione sarà rappresentata dalle esibizioni musicali che dalle 20 accompagneranno le degustazioni di vini della cantina San Lorenzo di Castilenti (TE). Info e programma completo al sito www.ceraunavoltafestival.it oppure alla pagina facebook del Festival.

Print Friendly, PDF & Email

Share