9 maggio 2018

Costituitasi soltanto nel gennaio scorso ma già con diverse iniziative in archivio, la neonata condotta Slow Food Majella-Guardiagrele guidata dal giovane fiduciario Simone Serra prosegue meritoriamente le proprie attività associative. L’ultima in ordine di tempo è in programma per venerdì 18 maggio alle ore 20.30 quando la trattoria Dal Pagano di Palombaro (CH) sarà teatro di una Cena della Transumanza durante la quale ci si confronterà su uno dei fenomeni più identitari della tradizione agro-pastorale e socio-culturale abruzzese, recentemente candidato dall’Italia al riconoscimento di patrimonio dell’umanità da parte dell’Unesco.

ph. Gino di Paolo

Pecore al pascolo (ph. Gino di Paolo)

Alla serata parteciperanno, tra gli altri, il prof. Vincenzo Aquilante il quale approfondirà temi storici della transumanza legati soprattutto alla zona della Majella; il presidente del Movimento per la Tutela della Civiltà Pastorale Abruzzese (Mo.Tu.Ci.Pa.) Giacomo Di Giustino, che relazionerà sul valore del cane da pecora abruzzese come guida del gregge; l’imprenditore locale Alessio Castillenti che illustrerà l’importanza della transumanza e dei pascoli in vigna nel lavoro dei produttori Alois Lageder e Marchesi di Barolo per ristabilire un reale connubio con la natura.

La Majella nei dintorni di Guardiagrele (ph. Ivan Masciovecchio)

La Majella nei dintorni di Guardiagrele (ph. Ivan Masciovecchio)

Per quanto riguarda l’aspetto gustativo, se ne parlerà direttamente con lo chef padrone di casa Leonardo Naccarelli il quale ha predisposto per l’occasione un menù che prevede assaggi di formaggio pecorino locale, Canestrato di Castel del Monte, pecorino di Montazzoli stagionato in grotta a Bocca di Valle e ricotta di capra; maccheroncelli di grano Senatore Cappelli con ragù di pecora e peperone dolce di Altino; le tipiche Vrache di mulo, ovvero un primo piatto di pasta caratteristico della zona di Palombaro; pecora alla callara; arrotolato di pecora al pomodoro; semifreddo al peperone dolce di Altino e favette di cacao.

Alla presenza dei produttori abruzzesi che parleranno delle proprie bottiglie prodotte a km zero, in abbinamento saranno serviti i vini Rosato IGT Terre di Chieti Angelico 2017 Tenuta dei Tigli di Casacanditella (CH); Montepulciano d’Abruzzo DOC Lupus 2016 Tilli di Casoli (CH); Langhe Bianco DOC Bric Amel 2017 Marchesi di Barolo (CN); Schiava Römigberg 2017 Alois Logeder di Magreid (BZ). Costo della serata € 38. Info e prenotazioni al numero 0871 895364.

PrintFriendly and PDF