4 febbraio 2015

In occasione della mostra intitolata “I mitici Anni Cinquanta. Dipinti e sculture dal Museo Nazionale d’Abruzzo dell’Aquila”, inaugurata presso il Museo Casa natale di Gabriele d’Annunzio il 20 dicembre 2014, mercoledì 4 febbraio, alle ore 18.00, si terrà l’incontro conclusivo dedicato agli artisti e all’arte di quel periodo.

Sollecitata dai lusinghieri consensi, la Soprintendenza BSAE ha voluto accogliere le richieste pervenute da un pubblico di appassionati, prorogando fino a mercoledì 4 febbraio l’apertura al pubblico della mostra I miticI-mitici-anni-cinquantai Anni Cinquanta. Dipinti e sculture dal Museo Nazionale d’Abruzzo dell’Aquila allestita presso il Museo Casa natale di Gabriele d’Annunzio a Pescara. L’esposizione chiuderà in bellezza perché nello stesso giorno del finissage è programmato il terzo e ultimo degli incontri di approfondimento, i quali hanno alimentato finora un vivace dibattito sugli artisti e sulle opere, selezionate tra quelle proposte alle prime edizioni del Premio Michetti o legate al vivace clima culturale aquilano della metà del Novecento, che ha avuto tra i suoi più attivi interpreti Alessandro Clementi, intervistato sull’argomento. Alle 18,00 Lucia Arbace introdurrà l’intervento di Fabio Benzi, docente ordinario di Storia dell’Arte Contemporanea presso l’Università “D’Annunzio” Chieti-Pescara. Sarà così possibile ascoltare le riflessioni di uno specialista sul ruolo dei protagonisti del dibattito d’attualità tra astrazione e figurazione, gli stessi artisti di spicco nel panorama nazionale documentati da importanti opere, finora inedite, nella mostra. Tra tutte è opportuno ricordare le esperienze di Renato Guttuso, Mario Mafai, Domenico Cantatore, qui in dialogo con l’astrattismo di Capogrossi esordiente, con la satira graffiante di Mino Maccari e con l’espressionismo di Fausto Pirandello, i quali compongono un percorso che   sommerge le devastazioni del panorama postbellico e assembla un sentire comune attraverso “l’informale” ed i suoi colori, indagando, e confrontandosi, con le nuove tecnologie e i movimenti internazionali di grande creatività artistica. Per l’occasione sarà possibile visitare anche il Museo Casa d’Annunzio, nel corso dell’apertura pomeridiana, prolungata fino alle 20,00.

Print Friendly, PDF & Email

Share