1 agosto 2019

Saranno gli spazi sociali ed inclusivi dell’ex Convento delle Clarisse a Caramanico Terme (PE) ad ospitare venerdì 16 agosto, a partire dalle ore 18, la prima edizione di Cantina in Festival, l’evento «libero da ogni limite, spaziale e sonoro» dove «un palco all’aperto, a contatto diretto con il cielo, si miscela con la natura nella forma e nei suoni», come presentato dagli stessi ideatori.

Jester At Work e Marianna D'Ama

Jester At Work e Marianna D’Ama

Organizzato dalla Cantina Majella, da più di tre anni teatro dei più interessanti eventi musicali di scena in Abruzzo – all’interno delle sue storiche mura si sono esibiti artisti del calibro di Cristiano Godano dei Marlene Kuntz, Cristina Donà, Omar Pedrini, Gianni Maroccolo, Giorgio Canali, Paolo Benvegnù, Marco Parente, Cesare Basile, Filippo Graziani, Giulio Casale e tanti altri – il festival vedrà la partecipazione di alcuni nomi di spicco del panorama musicale abruzzese e non, come Jester at Work + Marianna D’Ama, Sherpa, Sunday Morning e Orange8.

Gli Sherpa

Gli Sherpa

L’occasionale duo composto da Jester at Work e Marianna D’Ama, ormai veri e propri riferimenti musicali “made in Abruzzo”, insieme a Michelangelo Del Conte, Alessio D’Onofrio e Davide Grotta, proporranno un live set che vedrà alternarsi i brani dell’uno e dell’altra in una versione sperimentale tutta da scoprire. Gli Sherpa (Matteo Dossena, Pierluca Michetti, Axel Di Lorenzo, Franz Cardone), anche loro orgogliosamente abruzzesi, trasporteranno il pubblico con le loro atmosfere psichedeliche, ben integrate nella cornice offerta dall’evento.

Orange8

Orange8

Sunday Morning (Luca Galassi, Andrea Cola, Federico Guardigni, Jacopo Casadei) è invece un progetto che nasce a Cesena nel 1998 ed arriva fino ai giorni nostri con l’uscita dell’album Four  dell’aprile scorso che segna un nuovo capitolo discografico della band dopo Let it Burn  del 2016. Curiosità infine anche per i romani Orange8 (Sergio Ferrari e Valentina Criscimanni) ed il loro mix sonoro capace di spaziare dal blues al folk, passando per la psichedelia senza tralasciare incursioni in territori post-rock. Biglietti € 5 (acquistabili sul posto o alla Cantina Majella). Info al numero 328 8971705.

PrintFriendly and PDF