21 marzo 2014

Dal 23 al 25 Marzo 2014 si terrà a Düsseldorf il ProWein 2014, una delle più importanti manifestazioni europee dedicate al vino, con circa 4.800 espositori provenienti da 50 Nazioni e 45.000 visitatori specializzati. Anche quest’anno i vini abruzzesi saranno protagonisti: il Consorzio di Tutela dei Vini d’Abruzzo sarà presente con un proprio stand e i propri associati e saranno in tutto 35 le aziende della nostra regione rappresentate. Nell’ambito del salone la prestigiosa rivista VINUM, punto di riferimento per il mondo del vino tedesco, austriaco e svizzero, assegnerà un riconoscimento, mai raggiunto prima da un Consorzio abruzzese, ai “Vini d’Abruzzo: ambasciatori della qualità enologica italiana. Riconoscimento Vinum al Consorzio Tutela vini d’Abruzzo per le azioni di promozione nel mercato tedesco”, come recita la motivazione.

DownloadedFile

Si tratta di un doppio successo per la nostra regione, sia per le attività di comunicazione portate avanti dal Consorzio di Tutela dei Vini d’Abruzzo, insieme al Consorzio di Tutela Montepulciano d’Abruzzo Colline Teramane, Consorzio di Tutela DOC Tullum e al Consorzio di Tutela Ortona DOC, che per l’agenzia che ha ideato la creatività, la abruzzese Pomilio Blumm. A ritirare il premio sarà il presidente del Consorzio di Tutela dei Vini d’Abruzzo Tonino Verna, che guiderà la spedizione abruzzese: “Questo è il terzo anno che il Consorzio è presente con le aziende ad esso associate al Prowein. I vini abruzzesi ottengono nel mercato tedesco ottimi risultati, questo deriva da quanto i nostri prodotti si associno bene alla gastronomia tedesca e alle esigenze del consumatore tedesco. Questo è frutto di un lavoro scientifico, di ricerca, che le aziende abruzzesi insieme ai consorzi hanno fatto per percepire anche nei dettagli le esigenze dei consumatori. Il premio assegnato dalla prestigiosa rivista di enologia tedesca Vinum oltre che dalla qualità della comunicazione scaturisce anche da questo lavoro di studio del mercato fatto per portare prodotti di qualità quali Montepulciano d’Abruzzo, Trebbiano d’Abruzzo, Cerasuolo d’Abruzzo, ma anche gli autoctoni scoperti negli ultimi anni quali Pecorino, Passerina, Cococciola, riuniti sotto la denominazione Abruzzo DOP”. La Germania è da anni la prima nazione per importazione di vini abruzzesi, con 1 bottiglia su 4 esportate che finiscono nel mercato teutonico, e con un incremento delle esportazioni di vino nel 2013 del 5,7% rispetto al 2012. Un risultato a cui ha contribuito la campagna di comunicazione internazionale “Montepulciano, piacere d’Abruzzo” e le campagne dedicate ad altre due eccellenze vinicole della regione: il Cerasuolo d’Abruzzo, il Trebbiano d’Abruzzo e Abruzzo DOP.

Print Friendly, PDF & Email

Share