9 settembre 2015

transSi annuncia come uno degli appuntamenti più attesi del festival il Fiume e la Memoria (leggi qui il programma completo), la rassegna culturale ideata e diretta dall’artista Milo Vallone che fino a domenica 13 settembre tornerà ad animare le piazze ed i vicoli del centro storico di Pescara a distanza di tre anni dall’ultima edizione. Si tratta della proiezione in anteprima nazionale del documentario “Transhumance-Transumanza” del giovane regista e fotografo pescarese Roberto Zazzara, che si terrà il prossimo sabato 12 settembre alle ore 21 in Largo dei Frentani.

Presentato lo scorso mese di luglio all’interno della V edizione del Social World Film Festival di Vico Equense – nell’ambito del quale si è aggiudicato il premio alla migliore sceneggiatura, sezione Documentari –, in poco più di un’ora racconta i dieci giorni del viaggio intrapreso nel settembre 2012 lungo il Tratturo Magno da un gruppo di camminatori capitanati dal medico veterinario aquilano Pierluigi Imperiale, impegnato fin dal 2007 nella riscoperta del vecchio tracciato di erba e terra che storicamente unisce l’Abruzzo alla Puglia, utilizzato in passato dai pastori per condurre le proprie greggi dal freddo della montagna verso il clima mite del tavoliere.

(Immagine tratta dalla pagina fb del documentario)

(Immagine tratta dalla pagina fb del documentario)

Il film si avvale delle musiche originali di Ernst Reijseger, compositore olandese già collaboratore del maestro Werner Herzog, e secondo le stesse intenzioni del regista dovrebbe essere solo il primo passo di un progetto di più lungo respiro che prevede, tra le altre cose, altre proiezioni pubbliche con commenti musicali dal vivo ed anche seminari itineranti lungo i luoghi toccati dal documentario.

PrintFriendly and PDF